Ho sempre voluto fare l’astronauta - Pagina 2 E-mail
Indice
Ho sempre voluto fare l’astronauta
Pagina 2
Pagina 3
Tutte le pagine

Sapevo di potercela fare
 C’è mai stato un momento in cui hai pensato di non farcela?
«Mai. Mi sono sempre concentrata sul presente, mettendocela tutta per raggiungere l’obbiettivo del momento. Il mio non è stato – e non è – un percorso di sacrifici, perché ho seguito le mie passioni. Avrei sofferto di più per noia e mancanza di stimoli».
 Ci sarà voluta anche un’ottima preparazione fisica, insisto io.
«Non eccessiva. Occorre un buono stato di salute. Ma conta di più la formazione culturale, la conoscenza delle lingue, la flessibilità agli spostamenti». E un gran fegato – questo lo aggiungo io – per affrontare «una competizione selvaggia».
In cosa consiste la tua attività?
«Mi sto preparando a una missione sulla Stazione spaziale internazionale, situata a 400 km di altezza dalla Terra, in orbita bassa. Un laboratorio, nato dal contributo di varie agenzie mondiali, per la ricerca in condizioni di micro-gravità, che consente esperimenti biologici, chimici, fisici e fisiologici. Un campo aperto, per osservare l’adattamento del corpo umano all’assenza di gravità e che magari in futuro permetterà di individuare e isolare con certezza le cause dell’ invecchiamento precoce degli astronauti durante la permanenza nello spazio, fornendo un contributo alla medicina». «Per partire è necessario unire lo studio a un addestramento di due anni e mezzo (io finora ho svolto sei mesi), oltre quello di base a Colonia. Per lo più ci si addestra nel centro di Star City in Russia e nella sede della Nasa di Houston. Quando sarò chiamata per la missione, dovrò accelerare l’allenamento per completare i 30 mesi».
Le prove più dure?
«Gli esercizi di sei ore consecutive nella piscina di Houston, che riproduce condizioni motorie a gravità zero. Per le donne può essere più faticoso ma al momento non esistono studi sulle differenze di adattamento allo spazio tra il corpo maschile e femminile. Il campione di donne astronauta è troppo ridotto per essere analizzato».
 Fino a quale età si può reggere questo ritmo?
«Paolo Nespoli ha 54 anni ed è l’esempio che non esistono limiti temporali. Diciamo che all’Esa lo staff va in pensione a 62 anni».
E tu quando vorresti ritirarti?
«Ma se ho appena cominciato», mi risponde indispettita.
 Cosa ti manca di più?
«La continuità nel coltivare gli interessi, come lo yoga o il ballo. Ci si muove in continuazione da un luogo a un altro del mondo».
 Discorso che vale anche per le amicizie?
«Non proprio, Internet mi aiuta a tenere i contatti. È anche importante condividere la propria attività: io sono @astrosamantha su Twitter», e mi prega di scriverlo.
Ti basta il web per mantenere le relazioni sociali?
«È un grande sostegno».
 Qualche mese fa Samantha ha ricevuto uno dei premi “Le tecnovisionarie”, con menzione «spazio alla salute», attribuito, nell’ambito della Conferenza internazionale Women&Technologies, alle figure femminili che supportano, con la propria professione, il progresso tecnologico.
«L’ho dedicato a tutte le donne che lavorano nel mio campo e che, in quanto non astronaute, sono meno visibili di me. Nel contesto aerospaziale, prestano servizio validissime ricercatrici, ingegneri e tecnici, di cui si sa poco o nulla».
 È difficile per una donna del tuo settore dedicarsi alla famiglia?
«È molto complicato, ma non impossibile. Alcune ci riescono».
E Samantha ha una sua famiglia, o vorrebbe formarne una?
«Si era detto di non fare domande personali».
Ha ragione i patti erano chiari. Ma io ci ho provato lo stesso.

 



(Venerdì 03 Febbraio 2012 11:50)
 
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

News Flash

Temi di genere e STEM, l’impegno dell’Associazione Donne e Tecnologie nel sostegno al progetto europeo HYPATIA
La realtà fondata da Gianna Martinengo in prima linea per supportare le ragazze nella scelta di professioni di taglio scientifico Milano, 29 giugno 2016 - Chi l’ha detto che, per le adolescenti, anche italiane, non vi siano sbocchi di studio e professionali nell’ambito delle tematiche STEM, ossia Scienza, Tecnologia, Ingegneria e Matematica? I ruoli di genere non esistono in...
Leadership ed equilibrio di genere
Roma, Hotel Bernini Bristol - Piazza Barberini, 23 13 aprile 2016 | 10.30 - 13.00 Saranno presentati i risultati del progetto “European Women Shareholders Demand Gender Equality” (EWSDGE), promosso dalla Commissione Europea per sostenere le aziende nel raggiungimento di un maggior equilibrio di genere nelle posizioni di leadership, cui Portolano Cavallo ha contribuito per...
Un'italiana su due rinuncia al lavoro: un fenomeno da arginare con la riforma del welfare aziendale
Edenred Italia insieme all’Associazione Donne e Tecnologie organizza per mercoledì 24 febbraio un convegno dedicato a lavoratori e aziende dal titolo “La rivoluzione del Welfare Aziendale: semplificazione e innovazione sociale” per fare luce sui benefici e sulle novità introdotte dalla Legge di Stabilità 2016. In Europa sono più di 650 mila le madri...
La Rivoluzione del Welfare Aziendale: semplificazione e innovazione sociale
Come concretizzare un piano di Welfare Aziendale con la nuova Legge di Stabilità La legge di Stabilità contiene una serie di norme che incentivano ulteriormente il welfare aziendale, cioè quella serie di prestazioni e servizi erogati dalle aziende (dagli asili nido ai buoni spesa all'assistenza integrativa) al posto dei premi monetari unilaterali o contrattati col...
Calorosa accoglienza nelle scuole premiate da FutureCamp Europe
Calorosissima accoglienza da parte dei ragazzi, docenti e genitori dell'I.C. Cardarelli-Massaua e della Scuola FAES Monforte in occasione degli eventi di premiazione di FutureCamp Europe.   L'iniziativa, promossa da Associazione Donne e Tecnologie e parte integrante del palinsesto di eventi di Expo Women Global Forum, è un incontro interattivo rivolto a giovani, docenti e...
Nutrire il pianeta: l’esperienza delle donne
Si terrà lunedì 8 giugno, dalle 17.00 alle 19.00 presso la Sala dei Giudici di Palazzo della Loggia a Brescia, l'incontro riservato ad Aziende, Associazioni e Istituzioni intitolato “Nutrire il pianeta: l’esperienza delle donne”, organizzato da Nurses4EXPO lunedì 8 giugno dalle 17.00 alle 19.00. Nurses4EXPO, è un network di Associazioni...
Il saluto di Alessia Mosca alle Tecnovisionarie 2015
Milano, 6 maggio 2015 Ancora una volta è tempo delle Tecnovisionarie. E sono molto contenta di poter seguire anche quest'anno questo premio che valorizza il talento delle donne e fa conoscere meglio come la tecnologia, declinata in tutti i suoi aspetti, sia anche “rosa”. Mi scuso prima di tutto con gli organizzatori e le premiate, a cui vanno i miei complimenti, di non...
Expo Women Global Forum, tra donne e tecnologia
Sostenibilità per le nuove generazioni, gender gap, alimentazione, culture: con la presidente Gianna Martinengo abbiamo parlato delle imprese femminili tra nutrizione e innovazione Da una parte cibo e alimentazione, temi portanti dell'Expo 2015, dall'altra biotecnologia, sostenibilità, scienza, educazione. A legare questa varietà di temi multidisciplinare, il filo rosa...
Il cibo siamo noi: scuole e territorio a Milano per Expo 2015
Gabriella Iacono, Amministratore Unico di Milano Ristorazione S.p.A e nostra associata parteciperà al convegno “Il cibo siamo noi: scuole e territorio a Milano per Expo 2015”, che si terrà il 17 Marzo presso il Museo Civico di Storia Naturale di Milano. Il convegno vuole dare visibilità alle energie creative e positive dei tanti professionisti, degli studenti, dei docenti, delle...
Non sono previsti eventi

Il portale web di Associazione Donne e Tecnologie utilizza cookies di sessione temporanei al solo scopo di fornire una navigazione efficiente del sito e cookies di terze parti al solo scopo di raccogliere informazioni anonime e aggregate a fini statistici. Non è fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale. Per maggiori dettagli in merito ai cookies utilizzati e per conoscere le modalità di cancellazione dei cookies, visualizza la nostra privacy policy.

Accetto l' utilizzo dei cookies da parte di questo sito.